- Facile.it -
Neuromarketing e Spot TV

Studio di Neuromarketing applicato ad uno spot TV

Ti ricordi la pubblicità andata in onda qualche anno fa in cui un guidatore pronunciando la formula magica «Facile.it, Facile.it, Facile.it» trovava miracolosamente parcheggio in centro città?

Devi sapere che questo filmato, è stato oggetto di uno Studio di Neuromaketing riguardante la percezione del brand di facile.it.
In questo lavoro, vi presenteremo l’esperimento progettato da NeuroWebDesign per comprendere come sono stati recepiti dai consumatori questo e alcuni degli spot pubblicitari di Facile.it.

Ma prima facciamo un passo indietro.

Perché condurre uno studio di Neuromarketing per valutare l’efficacia di uno spot tv?

Siamo tutti d’accordo sul fatto che siamo sovraccaricati di informazioni: ogni giorno, veniamo costantemente «bombardati» da centinaia di messaggi pubblicitari.
Gran parte dei spot a cui siamo esposti, non vengono percepiti, o perché dissonanti, o perché poco pregnanti o perché troppo deboli.
Basta guardarci intorno per capire come ogni giorno, centinaia di stimoli competono tra di loro per avere la nostra attenzione. Si stima che siano dai 3000 ai 10.000 messaggi pubblicitari, tra spot televisivi, banner pubblicitari, cartelloni per le strade, volantini, etc..

Con una pressione così alta, come possiamo pensare di riuscire a prestare attenzione a tutto?
Quali sono le informazioni che arrivano alla nostra coscienza e cosa invece viene ignorato?
Quali caratteristiche rendono oggi un spot tv «memorabile»?
E ancora, quali sono le regole essenziali per una pubblicità di successo?

Perché non sempre uno spot tv «memorabile» equivale anche ad una pubblicità altrettanto «efficace».

I consumatori oggi sono sempre più esigenti e hanno sviluppato una forte barriera attentiva nei confronti degli stimoli pubblicitari. Per questo capire e prevedere con metodi e conoscenze della brain research, come i propri consumatori risponderanno ad uno spot tv può avere un notevole vantaggio competitivo sui concorrenti.

Per capire come gli utenti reagiscono ai messaggi pubblicitari ci si è avvalsi di Tecniche di Neuromarketing: Eye Tracking, Eeg e Gsr.

Scarica il caso studio

    *