Alla scoperta delle 10 Euristiche di Nielsen

29 Nov 17

Questa settimana torniamo a parlare di usabilità e lo facciamo delineandoti 10 regole importantissime per il web design: regole che stanno proprio alla base dei concetti di Web Usability e UX.
Queste regole, dette Euristiche, sono state delineate da Jakob Nielsen, esperto mondiale in usabilità, e derivano dall’analisi fattoriale di 249 problemi di usabilità.
Di seguito riportiamo il decalogo con le definizioni date dallo stesso Nielsen. Ad ogni punto sono stati associati degli esempi pratici per facilitarne la comprensione ed aiutarti a migliorare il tuo sito web.

1. Visibilità dello stato del sistema

“Ogni sistema dovrebbe sempre mantenere gli utenti informati sullo stato delle loro azioni mediante un feedback.”

  • Evidenziare sempre i link e segnalare chiaramente dove portano
  • Icone e testi dai toni poco intensificati sono simbolo di una funzione non disponibile
  • Utilizzare segnali di attività in corso (es: icona a di caricamento pagina)

2. Corrispondenza tra il sistema ed il mondo reale

“È sempre bene conoscere ed utilizzare il “linguaggio” degli utenti finali, ossia di coloro che utilizzeranno il prodotto software.”

  • Utilizzare messaggi testuali, icone, d’uso comune (“salva con nome”, icona “carrello”, ecc …)
  • Associare chiaramente icone/oggetti e informazioni

3. Dare all’utenza controllo e libertà

“È buona norma lasciare agli utenti il controllo sul contenuto informativo del sito, permettendo loro di accedere facilmente agli argomenti presenti e di navigare a seconda delle proprie esigenze.”

  • Evitare procedimenti di iscrizione troppo lunghi
  • Rendere possibili scorciatoie facilmente intuibili, se possibile
  • Evitare azioni non volute dall’utente (es: apertura automatica di pagine non richieste, apparizioni di pop-up indesiderati)

4. Consistenza e standard

“Riportare in ogni pagina web elementi grafici sempre uguali conferma all’utente che si sta muovendo all’interno dello stesso sito.”

  • Riportare in ogni pagina elementi riconoscitivi (logo, stile grafico e font, pattern di colori, ecc…)
  • Uniformare le pagine del sito per far capire di essere sempre nello stesso ambiente (nella figura seguente i colori di booking.com, blue e giallo, sono ormai identificativi del sito.)

5. Prevenzione dall’errore

“Occorre far sì che l’utente non cadi in errore o situazioni critiche ed è comunque fondamentale assicurare la possibilità di uscirne tornando allo stato precedente.”

  • Dare la possibilità di tornare indietro
  • Essere sempre chiari affinché le probabilità che l’utente sbagli diminuiscano, e quindi si senta più a suo agio

6. Riconoscimento più che ricordo

“È consigliata la scelta di layout semplici e schematici, per facilitare la consultazione delle informazioni sulle pagine; i link e tutti gli altri elementi utili alla navigazione devono essere sempre chiari e visibili.”

  • Produrre layout semplici e schematici
  • Non contare sulla capacità dell’utente di ricordare il posizionamento degli oggetti che
    caratterizzano le pagine
  • Assegnare alla stessa tipologia di contenuti (CTA, titoli, ecc…) gli
    stessi colori e font.

7. Flessibilità ed Efficienza

“È bene dare agli utenti la possibilità di una navigazione differenziata all’interno del sito, a seconda della propria esperienza nell’uso del Web e del sito stesso.”

  • Offrire una navigazione gerarchica per i meno esperti
  • Offrire delle scorciatoie per i più esperti
  • Offrire un menù facilmente consultabile

8. Estetica e progettazione minimalista

“Le pagine di un sito web dovrebbero dare risalto ai contenuti informativi evitando elementi irrilevanti o poco utili.”

  • Evitare di accentuare oggetti irrilevanti (immagini troppo grandi, ecc …)
  • Evitare che il contenuto informativo della pagina sia messo in secondo piano, rispetto a immagini o icone

9. Aiutare gli utenti a riconoscere, diagnosticare ed uscire dalle situazioni di errore

“I messaggi di errore dovrebbero indicare con precisione il problema e suggerire una soluzione costruttiva.”

  • I messaggi di errore devono essere espressi in linguaggio comprensibile
  • I messaggi di errore devono indicare in modo preciso il problema e suggerire una soluzione
  • Chiedere sempre conferma per un’azione importante

10. Documentazione

“È meglio che il sistema si possa usare senza documentazione, ma questa resta necessaria. L’aiuto dovrebbe essere facile da ricercare e focalizzato sulle attività dell’utente, elencare azioni concretamente eseguibili e mantenere dimensioni contenute.”

  • Deve essere facile da reperire
  • Focalizzata sul compito dell’utente
  • Strutturata in un insieme di passi comprensibili

Per questo o per avere maggiori informazioni non esitate a contattarci a: info@neurowebdesign.it

Articolo a cura di Nicola Trentin